Hot

TRA LE STORICHE MURA DEL CASTELLO DI NAZZANO

Focus Oltrepo
Font size:
Print

Questo castello incanta per la sua bellezza intramontabile. Un portale verso un passato che sa evocare emozioni, meraviglia e stupore

Il Castello di Nazzano è un affascinante e misterioso gioiello dell’Oltrepò Pavese ubicato a Nazzano, un piccolo centro abitato che fa parte del comune di Rivanazzano Terme, situato sulle prime alture della Valle Staffora in Oltrepò Pavese.

Le origini del Castello di Nazzano sono avvolte nel mistero e la data precisa della sua costruzione rimane incerta. Si ritiene che sia stato probabilmente edificato nel XI secolo dalla famiglia Malaspina anche se alcuni cenni storici suggeriscono l’esistenza di una fortificazione precedente, risalente prima dell’anno Mille.

Ciò che rende questo castello così suggestivo è la sua imponenza e la sua posizione strategica. La struttura fu eretta per dominare la vallata circostante e nel corso dei secoli è passata di mano in mano, cambiando i suoi proprietari diverse volte. Durante il suo lungo percorso storico, il castello subì rimaneggiamenti significativi. Nel 1613, ad esempio, i conti pavesi Mezzabarba lo trasformarono da una fortezza in un maniero gentilizio. Nel 1712 il castello passò ai marchesi Rovereto, che lo rimodernarono ulteriormente dando forma a gran parte dell’aspetto attuale della struttura. Nel 1905, sempre sotto la guida dei Rovereto, il castello subì una ristrutturazione che gli conferì l’aspetto che oggi si può ammirare.

La caratteristica più riconoscibile del Castello di Nazzano è la sua torre fortificata, che lo rende facilmente visibile anche da lunghe distanze. Posto su un’altura dominante l’area in cui la Valle Staffora si congiunge con la pianura Padana, il castello rappresenta una presenza costante per chiunque visiti questo territorio.

La sua ricca storia di avvenimenti e trasformazioni nel corso dei secoli, insieme alla sua posizione panoramica, lo rende un luogo di grandissimo interesse storico e architettonico per chiunque desideri esplorare l’Oltrepò Pavese e le sue meraviglie nascoste.

Related Posts
or

For faster login or register use your social account.

Connect with Facebook