Hot

SCOPRI L‘EREDITÀ CULTURALE DELL‘OLTREPÒ PAVESE: LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA 2024

Focus Oltrepo
Font size:
Print

Nell‘incantevole regione dell‘Oltrepò Pavese, la primavera porta con sé non solo il risveglio della natura, ma anche un‘opportunità unica di esplorare il ricco patrimonio storico e architettonico del territorio. Le Giornate FAI di Primavera 2024 sono pronte a svelare i tesori nascosti di questa affascinante zona, invitando i visitatori a immergersi in un viaggio attraverso secoli di storia, arte e cultura.

Quest‘anno, l‘Oltrepò Pavese si distingue per un itinerario straordinario che si snoda tra le strade di Stradella, dove ogni angolo racconta una storia affascinante. Dal 23 al 24 marzo, i curiosi e gli amanti della cultura avranno l‘opportunità di partecipare a un viaggio indimenticabile alla scoperta dei segreti di questa incantevole città.

Il fulcro di questo percorso è il Municipio di Stradella, un gioiello architettonico risalente alla seconda metà del Seicento. Qui, tra le colonne del portico e gli affreschi barocchi, è possibile rivivere i momenti cruciali della vita politica e sociale di Agostino Depretis, illustre cittadino di Stradella e figura di spicco della Sinistra storica nell‘Ottocento italiano. La sala dedicata a Depretis, dove egli tenne il suo primo discorso elettorale, è un luogo carico di storia e significato, che offre un‘occasione unica per comprendere il legame tra il passato e il presente della città.

Dalla maestosità del Municipio, il percorso si snoda attraverso le antiche strade di Stradella, rivelando tesori nascosti come l‘oratorio della Beata Vergine della Misericordia e la torre civica, simbolo indiscusso della città. L‘inconfondibile profilo della torre, una volta parte dell‘antica rocca voluta da Gian Galeazzo Visconti nel XIV secolo, incanta i visitatori, offrendo un‘impressione indelebile della grandezza del passato di Stradella.

Ma le meraviglie di Stradella non si fermano qui. Il monumento dedicato ad Agostino Depretis, inaugurato nel 1894, si erge imponente, testimone dell‘importanza e del rispetto che la città ha per uno dei suoi più illustri figli.

L‘itinerario delle Giornate FAI si arricchisce ulteriormente con la visita al Teatro Sociale, monumento nazionale dichiarato nel 1949. Costruito nel 1846 in stile neoclassico grazie all‘iniziativa di Depretis e altri cittadini, il Teatro Sociale rappresenta un altro tassello fondamentale nella storia e nell‘identità culturale di Stradella.

Ma le meraviglie dell‘Oltrepò Pavese non si esauriscono nelle mura di Stradella. Per chi desidera esplorare oltre il centro cittadino, la Basilica di San Marcello in Montalino offre un viaggio nel tempo attraverso il romanico lombardo, risalente alla fine dell‘XI secolo. Gli studenti del Liceo "Galilei" di Voghera saranno lieti di guidare i visitatori attraverso la storia e l‘arte di questo gioiello architettonico, offrendo una prospettiva unica sulla ricchezza culturale della regione.

Le Giornate FAI di Primavera 2024 in Oltrepò Pavese promettono di trasportare i visitatori in un viaggio emozionante attraverso la storia, l‘arte e la cultura di questa affascinante regione. Un‘occasione imperdibile per scoprire e celebrare l‘eredità culturale che rende l‘Oltrepò Pavese un luogo unico nel cuore della Lombardia.

 

Related Posts
or

For faster login or register use your social account.

Connect with Facebook