Hot

L‘ORATORIO DEI MORTI DI SAN LORENZO: UNA STORIA DI CULTO E LEGGENDA SUL MONTE PENICE

Focus Oltrepo
Font size:
Print

Nascosto tra i boschi rigogliosi del Monte Penice, nella suggestiva località di Romagnese, sorge un gioiello architettonico intriso di storia e devozione: l‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo. Questo antico luogo di culto, dalle radici profonde nel XVIII secolo, incanta i visitatori con la sua semplice ma suggestiva architettura e il leggendario legame con il Gruppo Alpini Monte Penice. Attraverso i secoli, l‘oratorio è diventato non solo un simbolo di fede, ma anche un punto di riferimento per la comunità locale e un luogo di ritrovo per gli amanti della natura e della storia.

Le Origini Leggendarie

La storia dell‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo risale al 1797, quando il devoto parroco don Gerolamo Cozzi manifestò il desiderio di erigere una nuova cappella. La motivazione dietro questa richiesta era la necessità di conservare le ossa dei defunti che erano state spostate dall‘antico cimitero, eroso dal fiume Tidone. La cappella fu progettata per sorgere sulle rovine di un‘antica chiesa chiamata "Gièra", il cui nome deriva dalla parola "ghiaia", testimoniando il suo passato remoto e misterioso.

Un Santuario Immerso nella Natura

L‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo è immerso in una posizione suggestiva, a breve distanza dal ponte sul fiume Tidone lungo la strada per le frazioni di Aliata e Grazzi. La sua architettura semplice, con un‘unica navata coperta da una volta a botte, si fonde armoniosamente con l‘ambiente circostante, creando un‘atmosfera di pace e contemplazione. Il suono del vento tra gli alberi e il canto degli uccelli aggiunge un tocco di spiritualità al luogo, trasportando i visitatori in un viaggio nel tempo e nello spazio.

La Chiesa degli Alpini: Un Legame Indissolubile

Nel corso degli anni, l‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo ha acquisito un secondo nome, diventando comunemente noto come la "Chiesa degli Alpini". Questo affettuoso soprannome è il riflesso del profondo legame che il Gruppo Alpini Monte Penice ha instaurato con il santuario. Gli Alpini, orgogliosi delle loro tradizioni e dei loro valori di amicizia e solidarietà, considerano l‘oratorio un luogo sacro e un punto di ritrovo per celebrare la loro storia e identità.

Il Raduno Annuale degli Alpini

Ogni anno, l‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo ospita il tradizionale raduno delle penne nere, un evento atteso con trepidazione dagli Alpini e dalla comunità locale. Durante questa celebrazione, gli Alpini si riuniscono per onorare la memoria dei loro caduti e rafforzare i legami di amicizia e solidarietà che li uniscono. Dopo la messa solenne, che risuona tra le mura antiche della chiesa, gli Alpini condividono momenti di convivialità e fraternità, rendendo omaggio alla loro storia e alle loro tradizioni.

Preservare il Passato, Guardare al Futuro

Oggi, l‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo continua a svolgere un ruolo fondamentale nella vita spirituale e sociale della comunità locale. Grazie all‘impegno costante del Gruppo Alpini Monte Penice e di tutti coloro che amano e rispettano questo luogo sacro, l‘oratorio rimane un faro di speranza e un custode della memoria. Che sia per un momento di preghiera silenziosa o per una riflessione tranquilla nella natura incontaminata, l‘Oratorio dei Morti di San Lorenzo accoglie tutti coloro che cercano conforto e ispirazione, invitandoli a scoprire la bellezza e la spiritualità che risiede nel cuore del Monte Penice.

 

Related Posts
or

For faster login or register use your social account.

Connect with Facebook