Hot

LA TRÊSA: UN‘ANTICA ARTE MNUALE A LIEVITAZIONE LENTA OLTREPADANA NEL PANE

  • Martina Prigione
Focus Oltrepo
Font size:
Print

Nel cuore dell‘Oltrepò Pavese, una regione del nord Italia celebre per la sua ricca tradizione culinaria, sorge un pane unico nel suo genere: la Trêsa. Questo tesoro gastronomico è molto più di un semplice pane; è un‘opera d‘arte culinaria tramandata di generazione in generazione, incastonata nel tessuto culturale della Valle Ardivestra e dell‘Oltrepò Pavese.

Un‘Antica Tradizione Artigianale

La Trêsa è il risultato di un‘antica pratica di panificazione che risale a secoli fa, quando le tecniche artigianali erano tramandate oralmente e la maestria dei panettieri era considerata una forma d‘arte. La sua preparazione richiede tempo, pazienza e abilità artigianale.

Lavorazione Manuale e Lievitazione Lenta

La magia della Trêsa inizia con la selezione delle migliori farine locali, che vengono impastate con cura e amore dai maestri panificatori. La pasta dura ottenuta viene poi sottoposta a una lievitazione lenta, un processo che richiede ore di paziente attesa per garantire la giusta consistenza e struttura al pane.

Il Segreto della Cottura

Ma il vero segreto della Trêsa risiede nella sua cottura. Questo pane non viene cotto in forni tradizionali, bensì in forni di terracotta speciali. Qui, la Trêsa viene inserita a fuoco spento, sfruttando il calore precedentemente immagazzinato dai mattoni refrattari. Questa tecnica conferisce alla Trêsa la sua caratteristica crosta croccante e la mollica bianca e morbida.

Un Abbinamento Perfetto

La Trêsa è il compagno ideale per una vasta gamma di sapori locali. È il pane perfetto da abbinare al celebre salame di Varzi, con il suo sapore ricco e intenso, o alla prelibata Mundiöla, un salume unico ottenuto dalla lavorazione dei muscoli cervicali del suino.

Un Patrimonio da Preservare

Nonostante la sua antica storia e il suo ruolo centrale nella gastronomia locale, la Trêsa è ancora relativamente poco conosciuta al di fuori della Valle Ardivestra e dell‘Oltrepò Pavese. Tuttavia, grazie agli sforzi dei produttori locali e degli appassionati di gastronomia, questo tesoro culinario è gradualmente guadagnando l‘attenzione che merita.

Conclusioni

La Trêsa è molto più di un semplice pane. È un simbolo di tradizione, artigianato e passione per la buona cucina. Con la sua crosta croccante, la mollica soffice e il suo sapore unico, la Trêsa incarna l‘anima dell‘Oltrepò Pavese. È un patrimonio culinario da preservare e valorizzare, affinché le generazioni future possano continuare a gustare questo capolavoro gastronomico dell‘Oltrepò Pavese.

 

Related Posts
or

For faster login or register use your social account.

Connect with Facebook