Hot

LA TORRE DELLE STREGHE DI VARZI: UN‘INQUIETANTE VIAGGIO NELLA STORIA

Focus Oltrepo
Font size:
Print

Nel cuore del borgo medievale di Varzi, incastonata tra le strette viuzze e le antiche mura, si erge maestosa la Torre delle Streghe, un‘imponente struttura che racconta secoli di storia intrisa di mistero e oscurità. Conosciuta anche come Torre Malaspina, questo simbolo iconico della città conserva i segreti di un passato tormentato e avvolto nell‘ombra delle leggende.

L‘Antica Origine della Torre

La sua storia affonda le radici nel XIII secolo, quando i Malaspina, una potente famiglia nobiliare lombarda, eressero questa imponente torre come parte del sistema difensivo del territorio. Alta 29 metri, la Torre delle Streghe dominava il paesaggio circostante, fungendo da baluardo contro le minacce esterne e da simbolo di potere per i suoi signori.

I Giorni Oscuri dell‘Inquisizione

Tuttavia, è nel periodo dell‘Inquisizione che la torre acquista un‘aura sinistra e inquietante. Nel 1460, durante il fervore delle caccie alle streghe, la Torre delle Streghe divenne un luogo di terrore e oppressione. Si racconta che decine di persone, principalmente donne, furono imprigionate nelle sue mura accusate di pratiche di stregoneria e diaver fatto un patto col demonio. Questi presunti stregoni e streghe subirono un destino crudele, condannati al rogo nella vicina Piazza del Municipio, ribattezzata in seguito con il nome che oggi porta, un macabro ricordo di quei giorni oscuri.

La Persistenza dell‘Orrore nel Tempo

Nonostante l‘Inquisizione sia terminata, la Torre delle Streghe continuò a gettare la sua ombra su Varzi. Ancora per decenni, la torre funse da carcere, testimone silenzioso di ingiustizie e sofferenze umane. Fino agli anni Sessanta, quando i Carabinieri decisero di trasformare parte delle sue stanze in camere di sicurezza, la torre continuò a ospitare prigionieri, mantenendo viva la sua reputazione di luogo di tormento e oppressione.

Il Rinascimento della Torre

Tuttavia, il destino della Torre delle Streghe prevedeva un cambiamento. Grazie agli sforzi congiunti del comune di Varzi, dei suoi cittadini e di generosi sponsor, la torre è stata recentemente sottoposta a un accurato restauro. Le sue mura antiche sono state riportate al loro antico splendore e la torre è stata riaperta al pubblico, consentendo ai visitatori di esplorare le sue sale e di immergersi nella storia travagliata di questo luogo.

Un Viaggio nella Torre

Salire i 89 gradini stretti e ripidi che si snodano all‘interno della Torre delle Streghe è un‘esperienza che porta con sé un misto di emozione e inquietudine. Le quattro stanze che si trovano sulla via della salita una volta fungevano da prigione, custodendo segreti oscuri e racconti di sofferenza umana. Ma raggiunta la sommità, i visitatori sono ricompensati con una vista mozzafiato sul borgo medievale di Varzi e sulle colline circostanti, un momento di pace e bellezza che contrasta con il passato tumultuoso della torre.

La Torre delle Streghe di Varzi è molto più di una semplice struttura storica. È un monumento che racconta la complessità dell‘essere umano, con le sue tenebre e le sue luci, le sue ingiustizie e i suoi momenti di redenzione. Attraverso la sua storia tormentata, la torre ci ricorda di imparare dagli errori del passato e di guardare al futuro con speranza e compassione. Che la Torre delle Streghe continui a illuminare il cammino dei visitatori, offrendo un‘occasione per riflettere sulle profondità dell‘animo umano e sulla forza della resilienza.

Related Posts
or

For faster login or register use your social account.

Connect with Facebook